Multi Media Acqua

multi-media-acqua

salvadanaio-blu-cerchioMulti Media Acqua

Impariamo a non sprecare acqua!

Progetto rivolto agli alunni dell’infanzia e della scuola primaria

svolto durante l’anno scolastico 2013-2014 nell’ambito del progetto “Ama l’acqua del tuo rubinetto” di Alto Trevigiano Servizi e Civiltà dell’Acqua onlus

Obiettivi

1. sviluppare nei bambini la CONSAPEVOLEZZA nell’uso dell’acqua potabile

2. stimolare un CAMBIO DI COMPORTAMENTO nelle abitudini quotidiane riguardo all’utilizzo di acqua potabile:

– non sprecare l’acqua

– non inquinare l’acqua

– bere preferibilmente l’acqua del rubinetto

– lavarsi i denti tutte le mattine e tutte le sere

Metodologia

Laboratorio interattivo di 3 incontri per classe

Utilizzo della peer education (educazione tra pari)

Realizzazione di prodotti cartacei e multimediali

Diffusione

Utilizzo di internet per la diffusione di quanto appreso (CONSAPEVOLEZZA e CAMBIO DI COMPORTAMENTO) attraverso i prodotti cartacei e multimediali realizzati

Le parole chiave

CONSAPEVOLEZZA

Ai bambini è stato proposto un questionario sulle abitudini quotidiane dell’utilizzo dell’acqua, ripetuto anche nei due incontri successivi.

Durante il confronto e la discussione di gruppo, i bambini si sono soffermati a riflettere su quanto viene loro chiesto e sul loro comportamento quotidiano, scoprendo che non sempre la prima risposta data alle domande del questionario corrisponde al loro effettivo comportamento.

Nel secondo incontro, analizzando insieme le risposte date e la loro variazione nel tempo, i bambini hanno dimostrato una “presa di consapevolezza” del proprio comportamento; tutti insieme hanno fissato gli obiettivi da raggiungere entro il terzo incontro.

IMG_0755-cartellone-OK-scontorno

CAMBIO DI COMPORTAMENTO

L’avvio di un “percorso di consapevolezza” sul proprio comportamento ha permesso ai bambini di riflettere, singolarmente e in gruppo, sulle azioni da compiere o non compiere in vista del raggiungimento di un obiettivo prefissato.

I bambini sono stati motivati a rendere questo percorso “concreto” facendolo diventare “azioni” in quanto il loro ruolo non è quello di semplici “ascoltatori” ma di “protagonisti attivi” del progetto:

– si sono resi conto che la riuscita del progetto e il raggiungimento degli obiettivi proposti dipendeva da loro e dal loro impegno

– hanno avuto la possibilità, attraverso la peer education (educazione tra pari) di diventare “educatori” loro stessi con incontri in altre classi. Anche se ai bambini non è stato suggerito, sono diventati perfetti “educatore” in famiglia, riprendendo i genitori o i fratelli se sprecano l’acqua

– alla fine dei tre incontri ogni classe ha realizzato un prodotto, cartaceo o multimediale, per trasmettere agli altri quando appreso e quanto scoperto. La possibilità di inserire in internet i loro elaborati ha rappresentato non solo uno straordinario strumento di diffusione dei contenuti, ma anche l’occasione privilegiata – perché collegata ad un progetto concreto – per introdurre i concetti di privacy, sicurezza dei dati e della navigazione, vantaggi e rischi nell’utilizzo della rete

IMG_0765-grafico-2a

SCUOLE PARTECIPANTI E VIDEO DEI BAMBINI

Scuola dell’infanzia di Refrontolo

Scuola primaria di Biadene

Scuola primaria di Cavasagra

Scuola primaria Collodi di Treviso

Scuola primaria Prati di Treviso

Progetto a cura di Alessandra Giraldo

in collaborazione con Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua e Alto Trevigiano Servizi

civilta-acqua-400pxlogo-Alto-Trevigiano-Servizi-400