È sempre la stessa acqua

sempre-stessa-acqua

salvadanaio-blu-cerchioÈ sempre la stessa acqua

Progetto realizzato durante l’anno scolastico 2011-2012

presso la scuola primaria Don Lino Pellizzari di Villorba (Tv)

Obiettivi

sviluppare le capacità dei bambini e dei ragazzi per un uso quotidiano consapevole dell’acqua attraverso la sperimentazione di un breve periodo a regime di consumo d’acqua ridotto, e la successiva realizzazione di prodotti cartacei e multimediali.

Lo svolgimento del progetto ha portato allo sviluppo di Multi Media Acqua, un percorso educativo elaborato da Progetti Educativi e proposto alle scuole a partire dall’anno scolastico 2013-2014 in collaborazione con Civiltà dell’Acqua Onlus e Alto Trevigiano Servizi.

Fasi del progetto

  1. LANCIO: Presentazione del progetto – primo incontro
  2. RICERCA: quanta acqua serve per… ?
  3. SPERIMENTAZIONE: alcuni giorni in consumo d’acqua a regime ridotto
  4. ELABORAZIONE: quali sono le “buone prassi” per evitare gli sprechi – secondo incontro
  5. REALIZZAZIONE DI UN PRODOTTO – COMUNICAZIONE: realizzazione di un prodotto cartaceo, realizzazione di video e messa online – terzo incontro

Diffusione

Utilizzo di internet per la diffusione di quanto appreso (CONSAPEVOLEZZA e CAMBIO DI COMPORTAMENTO) attraverso i prodotti cartacei e multimediali realizzati

1. LANCIO

Presentazione del progetto e avvio del lavoro in classe.

“Se vi diciamo “ACQUA” a voi cosa viene in mente? Cosa sapete voi di questo elemento?”. Brainstorming sui concetti di acqua e realizzazione di mappe concettuali.

001-schema-di-sintesi-ACQUA

2. RICERCA

Gli insegnanti propongono agli alunni delle classi coinvolte una ricerca sulla quantità d’acqua utilizzata nelle varie attività giornaliere, con la formulazione di ipotesi: quanta acqua serve per… lavarsi le mani, i denti, fare una doccia, un bagno in vasca, cucinare una pastasciutta…?

Successivamente i bambini verificano l’effettiva quantità d’acqua necessaria per ogni attività ipotizzata, sia attraverso l’osservazione di tabelle di riferimento, sia attraverso la verifica diretta con le caraffe d’acqua:

002-foto2-alunni-bagno-ACQUA

verifica dell’effettiva quantità d’acqua utilizzata

 

annotazione dell’effettiva quantità d’acqua utilizzata
annotazione dell’effettiva quantità d’acqua utilizzata

Realizzazione di grafici e tabelle

003-grafici-ACQUA

3. SPERIMENTAZIONE

I  bambini sperimentano alcuni giorni, concordati con le famiglie, di consumo d’acqua a regime ridotto

 

4. ELABORAZIONE

Le “buone prassi” per un uso corretto dell’acqua per evitare gli sprechi, e le strategie di risparmio idrico;

percorsi di autovalutazione sull’efficacia della sperimentazione e sulla modifica dei comportamenti personali (secondo incontro)

005-buone-prassi-picc-ACQUA

5. REALIZZAZIONE DI UN PRODOTTO – COMUNICAZIONE

I bambini realizzano un prodotto cartaceo (libretto, cartelloni, segnalibri) attraverso cui comunicare le buone prassi e la strategia adottata. Con il materiale cartaceo verranno realizzati video e animazioni da visionare online.

 

Progetto elaborato durante l’anno scolastico 2010-2011 a seguito della collaborazione con l’Ulss 9 di Treviso e l’Ufficio Scolastico Territoriale nel percorso formativo “Sviluppare strategie di Rete per la promozione della salute a scuola”, basato sulle life skills e sulle competenze chiave europee e rivolto a docenti e dirigenti scolastici delle scuole della Provincia di Treviso.

Progetto successivamente sviluppato con la classe quinta della scuola primaria Don Lino Pellizzari di Villorba (Tv) durante l’anno scolastico 2011-2012.

Lo svolgimento del progetto ha portato allo sviluppo del successivo progetto Multi Media Acqua, un percorso educativo elaborato da Progetti Educativi e proposto alle scuole durante l’anno scolastico 2013-2014 in collaborazione con Civiltà dell’Acqua Onlus e Alto Trevigiano Servizi.

a cura di Alessandra Giraldo